Metanord

Metanord

 

edifici_foglia edifici_foglia edifici_foglia edifici_foglia

Cenni storici, il gas naturale
nella regione

Sicurezza di approvvigionamento

Il progetto

Sponsor

 

Metanord SA è una società ticinese di diritto privato fondata nel 1997 con sede operativa a Camorino presso il centro Monda. La sua attività principale consiste nel progettare, costruire e gestire gasdotti per il trasporto e la distribuzione del gas naturale.

Il principale obiettivo di Metanord SA è quello di portare il gas naturale negli agglomerati del Bellinzonese e Locarnese nonché nella valle del Vedeggio da Torricella-Taverne a Rivera, prolungando l’odierno metanodotto che già serve il Luganese ed il Mendrisiotto. Ad esso si affiancherà la realizzazione di una rete capillare di distribuzione che consentirà la fornitura del gas naturale ai clienti domestici, alle industrie ed all’artigianato. Si tratta quindi di un servizio pubblico che verrà erogato conformemente al piano energetico federale e cantonale tra i cui primari obiettivi vi è l’accrescimento della diversificazione delle fonti energetiche.

Per fare ciò Metanord SA dispone di una struttura moderna, di un know-how consolidato e di un’ampia esperienza.

Cenni storici, il gas naturale nella regione

up
Cenni storici

Visione storica del piano di Magadino

In queste regioni solo la città di Locarno ed alcuni comuni attorno ad essa hanno avuto in passato una rete di distribuzione del gas, il cosiddetto “gas di città”, prodotto in loco utilizzando dapprima carbone, poi legna e, dal secondo dopoguerra, i prodotti petroliferi. L’attività di produzione e fornitura del gas ebbe inizio nell’ultimo quarto dell’ottocento, principalmente per l’illuminazione pubblica. Questa attività si concluse nel 1995, poiché in quel momento non si intravvedeva una concreta possibilità di allacciamento alla rete europea dei gasdotti.

L’intenzione di portare il gas naturale anche nel Sopraceneri risale agli anni ’70, facendo seguito alla realizzazione del gasdotto Olanda-Italia che attraversa completamente il paese da Basilea alla Val d’Ossola, passando per il Grimsel. In seguito alla realizzazione del gasdotto nel Sottoceneri sul finire degli anni ’80, l’idea di metanizzazione del Sopraceneri riaffiorò e divenne oggetto di vari studi che tuttavia non portarono ad alcuna azione concreta.
Nel 1995 la società Metanifera di Gavirate, azienda distributrice di gas naturale nel Varesotto, rilanciò il progetto e nel 1997 fondò la Metanord SA. Dopodichè venne dato avvio alla progettazione, alla fase di ottenimento delle autorizzazioni ed alle discussioni con i potenziali partners presenti sul territorio.
Il 29 giugno 2005, dopo un iter procedurale durato molti anni, l’Ufficio Federale dell’Energia rilasciò a Metanord l’autorizzazione federale per la costruzione del gasdotto principale.

Il gas distribuito da Metanord SA

Metanord SA tramite i propri impianti distribuisce nei Comuni convenzionati e raggiunti dalla rete il gas naturale.
La Svizzera riceve il gas naturale da diversi paesi Europei, tra i quali Germania, Paesi Bassi, Francia ed Italia, è infatti collegata alla rete europea di trasporto del gas naturale attraverso 11 impianti di alimentazione ed oltre 100 serbatoi interrati.
Negli ultimi decenni è stata infatti realizzata una rete di trasporto del gas naturale della lunghezza di circa 190.000 Km.
La rete di trasporto si sviluppa e attraversa, da nord a sud e da ovest a est, l’intero continente Europeo.
Oltre che attraverso gasdotti il gas naturale viene trasportato sotto forma di gas liquefatto o LNG in apposite cisterne.
Il gas naturale liquefatto viene quindi conferito in speciali impianti denominati rigassificatori LNG che provvedono a riportarlo allo stato fisico originario.
Per maggiori informazioni sulle proprietà del gas naturale distribuito in Svizzera.

Sicurezza di approvvigionamento

up
Riserve mondiali di gas naturale 2012

Riserve mondiali di gas naturale 2012

Le più importanti riserve sicure sfruttabili di gas naturale si trovano sui territori dell’ex Unione Sovietica ed in Medio Oriente. Nell’Europa occidentale, Paesi Bassi e Norvegia dispongono delle riserve più consistenti.

La Svizzera è un mercato molto piccolo ma impegnativo anche sotto il profilo topografico. Ciò nonostante, l’industria svizzera del gas è in grado di fornire gas naturale a clienti di ogni dimensione, garantendo loro la massima sicurezza di approvvigionamento e condizioni competitive.

Questo perché da oltre tre decenni le aziende di distribuzione hanno integrato l’acquisto ed il trasporto del gas naturale in un sistema di cooperativa. Tutti i processi sono stati organizzati in modo da sfruttare al massimo le sinergie, senza centralizzare le attività che possono essere gestite con maggiore efficienza ed economicità in sedi decentralizzate. Le caratteristiche fondamentali di questo modello federalista sono l’autoregolamentazione e la solidarietà.

Il progetto

up

Dorsale principale

Prevede l’estensione del gasdotto ad alta pressione (25 bar), che attualmente termina a Vezia, fino al Piano di Magadino, transitando attraverso la Valle del Vedeggio e scavalcando il M.te Ceneri. La sua lunghezza totale sarà di 16 km con il terminale situato in località Quartino-Luserte.

L’autorizzazione federale assicura il tracciato fino alle località di Giubiasco e Cadepezzo per ulteriori 10 km ca., tuttavia tale estensione non sarà costruita prima di 15-20 anni ed unicamente nel caso in cui ci fosse la volontà di estendere la distribuzione di gas naturale alla Riviera, alla Mesolcina o verso Brissago.

Tracciato

Reti di distribuzione

Il gasdotto principale servirà ad alimentare le reti di distribuzione comunali previste in 32 comuni: nel Vedeggio da Torricella-Taverne a Rivera, nell’agglomerato del Bellinzonese ed in quello del Locarnese, nonchè nei comuni del Piano di Magadino. L’estensione totale sarà di 320 km, dei quali circa 40 saranno formati da condotte di alimentazione a media pressione (1-5 bar), mentre il resto sarà a bassa pressione (fino a 1 bar).

Costi e finanziamento

Metanord non gode di finanziamenti pubblici.

Complessivamente la realizzazione della condotta di trasporto e l’insieme delle reti di distribuzione richiederanno un investimento nell’ordine di 130 mio di CHF.

L’opera sarà finanziata per una parte tramite crediti bancari, mentre il resto dagli azionisti di riferimento AET, BKW FMB Energie AG e Renova SA, aziende attualmente socie paritarie di Metanord SA. Fra gli azionisti vi è pure la SES con tuttavia una quota minoritaria.

Salvo per quanto riguarda il gasdotto principale, si prevede che gran parte dei lavori verrà appaltata ad aziende locali, generando quindi un importante indotto economico.

HCAP
Associazione Calcio Bellinzona Seniori
Natale a Bellinzona
Special Cup
Bellinzona Blues Sessions
Festa in Valle Monte Carasso
Tennis Club Giubiasco
Open Air Monte Carasso
Unihockey Verbano
Banda Estiva della Svizzera Italiana
Beatles Days
FC. Cadenazzo
Greenhope
Torneo Pasquale Bellinzona
Basket Club 79 Arbedo

 


 

tgrf