Gasdotto di trasporto

Gasdotto di trasporto

Il gas naturale consumato nel Canton Ticino proviene dalla rete italiana (Eni SpA) a cui siamo collegati tramite il gasdotto alta pressione AIL che dal Bizzarone (I) lo trasporta fino a Vezia e prosegue fino a Magadino. La rete italiana è a sua volta collegata alla rete Europea.

Il trasporto del gas ad alta pressione avviene tramite un tubo interrato (gasdotto) segnalato sul territorio con dei cartelli numerati di color arancio.

L’esercizio di questa condotta soggiace ad un’autorizzazione rilasciata dall’Ufficio Federale dell’Energia.

In caso di lavori, i permessi di costruzione nella striscia di terreno larga 20m (10+10) attorno al gasdotto, sono subordinati al consenso dell’Ufficio Federale dell’Energia e per esso dall’ Ispettorato Federale degli Oleodotti e Gasdotti dopo un preavviso da parte della Metanord SA vedi Scheda di Informazione.

Per inoltrare la domanda di autorizzazione utilizzare il modulo 6.5.3.1 Formulario permessi di costruzione nella fascia di 10 m.

Considerato che la nostra condotta principale passa attraverso i comuni e sul fondo di parcelle private, è necessario considerare l’eventuale presenza di tubazioni in fase di esame di eventuali lavori di costruzione.

In caso di dubbi, non esitate a contattare i nostri responsabili.

6.5.3.1 Formulario permessi di costruzione nella fascia di 10 m